Published On: mar, Mag 5th, 2020

Covid-19: le mutazioni virali mostrano come si è diffuso

Premessa: sebbene le relazioni genetiche tra i virus campionati siano abbastanza chiare, vi è una notevole incertezza sulle stime delle date di trasmissione specifiche e sulla ricostruzione della diffusione geografica. Si noti che specifici schemi di trasmissione dedotti sono solo un’ipotesi. Al momento sono disponibili migliaia di genomi completi e centinaia se ne rendono disponibili ogni giorno. Questa visualizzazione può gestire solo ~ 3000 genomi in un’unica visuale per motivi di prestazioni e leggibilità.

Mentre il mondo ancora si interroga sulle modalità di diffusione del nuovo Coronavirus, le sequenze genetiche riportate dai laboratori hanno ricostruito la vera storia di Covid-19. Le sequenze, che avanzano da sinistra a destra nel grafico, mostrano che il virus è inizialmente passato da un animale all’uomo in Cina; è cominciata così la diffusione a Wuhan, che ha visto migliaia di persone infette in poco tempo. Il virus si è poi spostato in tutto il globo attraverso i viaggi intrapresi dagli uomini, e al 31 Marzo 2020 non aveva ancora subìto alcuna mutazione significativa. Attraverso questa analisi, non di facile comprensione per i non addetti ai lavori, si evince che la pandemia si è verificata a causa del contatto umano, non a causa di un patogeno in continua evoluzione. La mappa della diffusione conferma che test più rapidi e più ampi, divieti di viaggi globali, isolamento sociale e isolamento delle persone infette avrebbero potuto mitigarlo.

About the Author

- Giornalista scientifico, iscritto all'ordine nazionale dal 2013. Si occupa di cronaca scientifica dal 2011. Contatti: renato.sansone@geomagazine.it