Published On: lun, Mag 11th, 2020

I benefici della curiosità: dieci consigli per coltivarla

I bambini hanno una mente incredibilmente curiosa. Secondo uno studio pubblicato su pubmed, arrivano a porre 107 domande in media ogni ora. Hanno la voglia di esplorare, vogliono conoscere e chiedono sempre il “perché” delle cose. Da adulti, tuttavia, gli uomini tendono a cadere in schemi cognitivi fissi, mettendo in secondo piano la voglia di sapere. Secondo uno studio condotto dalla Nasa, sulla base di un campione di 280.000 persone adulte, meno del 2% è stato definito creativo. La scienza suggerisce che questa drammatica diminuzione della curiosità potrebbe essere causata dal nostro aumento delle conoscenze man mano che cresciamo. La curiosità, tuttavia, ha almeno tre benefici di cui dovremmo tenere conto.

TI RENDE GIOVANE – mantenere un senso di meraviglia per il resto della vita aiuta le persone a rimanere giovani. Uno studio che ha seguito le persone anziane mentre monitorava i loro livelli di curiosità ha scoperto che quelli più curiosi avevano più probabilità di essere vivi cinque anni dopo.

TI AIUTA AD IMPARARE – c’è una forte evidenza come la curiosità ti aiuti a ricordare meglio le nuove informazioni. Più sei curioso di un argomento, più è probabile che tu lo ricordi. La curiosità promuove relazioni migliori: essere sinceramente interessati alle altre persone aiuta a costruire relazioni più solide. Ciò significa una maggiore sensazione di intimità e creare le basi per relazioni significative.

Come coltivarla? Ecco alcune semplici attività che ti aiuteranno a stimolare la tua curiosità e ad aumentare la tua creatività.

  1. Proprio come fanno i bambini sarebbe giusto chiedersi il “perché” delle cose. Quando leggi qualcosa e/o chatti con gli amici, poniti delle domande e cerca le risposte in seguito.
  2. Leggi un libro online che non compreresti mai in libreria. Leggi solo per il gusto di leggerlo. Magari ne sai poco e potrebbe appassionarti man mano che scopri determinate tematiche.
  3. Sii curioso con le persone: scegli qualcuno nel tuo entourage che non vedi da un po’ di tempo e invitalo a prendere un caffè. Fai in modo che il tuo obiettivo sia conoscere il più possibile i loro interessi. Adotta questo approccio ogni volta che incontri una nuova persona. Ma mi raccomando, non essere invadente…!
  4. Prova a parlare di meno e ad ascoltare di più.
  5. Immergiti in un argomento: seleziona un argomento che ritieni interessante e spingi i limiti della tua curiosità andando in profondità. Ciò significa leggere molti articoli, libri e articoli di ricerca, ascoltare i podcast.
  6. Scrivi: porta la tua curiosità al livello successivo scrivendo sull’argomento di cui hai appreso. Questo è esattamente quello che sto facendo scrivendo questo articolo. Impegnandomi a scrivere, riesco a esplorare nuovi argomenti e a coltivare la mia curiosità.
  7. Porta con te un quaderno: renderà più facile ricordare gli argomenti di cui sei curioso e di cui vuoi ricercare o scrivere in seguito.
  8. Conosci te stesso: la curiosità non deve essere solo esteriore. Esplora i tuoi sentimenti, chiediti quali sono i tuoi obiettivi e comportamenti o fai anche ricerche sul passato e sulla storia familiare.
  9. Rallenta: la produttività può essere nemica della creatività. Prenditi il ​​tempo per far vagare la tua mente e farti sorgere domande in testa.
  10. Esci con un bambino: giocare e parlare con un bambino è probabilmente uno dei migliori ricordi del nostro potenziale di curiosità.

About the Author

- Giornalista scientifico, iscritto all'ordine nazionale dal 2013. Si occupa di cronaca scientifica dal 2011. Contatti: renato.sansone@geomagazine.it