Published On: gio, Lug 9th, 2020

Nuovo trattamento per l’artrite reumatoide

In uno studio clinico su pazienti con artrite reumatoide, il trattamento con un farmaco chiamato upadacitinib ha fornito maggiori benefici rispetto al metotrexato, la terapia iniziale più comunemente usata.

Upadacitinib inibisce alcune proteine chiamate enzimi Janus chinasi che sono coinvolti nell’infiammazione.

Nello studio pubblicato su Arthritis & Rheumatology, 947 pazienti che non avevano precedentemente assunto metotrexato sono stati randomizzati a ricevere upadacitinib una volta al giorno (15 mg o 30 mg) o metotrexato settimanale per 24 settimane. Entrambe le dosi del primo farmaco hanno ridotto i segni clinici di artrite e migliorato i sintomi riportati dai pazienti in misura maggiore rispetto al secondo. È importante sottolineare che entrambe le dosi hanno prevenuto ulteriori danni articolari nell’88% -89% dei pazienti, rispetto al 78% dei pazienti che assumevano metotrexato.

Il trattamento con la dose da 30 mg ha fornito un’efficacia aggiuntiva minima rispetto alla dose da 15 mg, ma è stato associato a un tasso più elevato di effetti collaterali.

Questo studio dimostra in modo convincente l’efficacia dell’inibitore delle JAK come monoterapia nell’artrite reumatoide precoce. Funziona più velocemente e meglio del solo metotrexato“, ha affermato l’autore principale Ronald van Vollenhoven, dei Centri medici dell’Università di Amsterdam, nei Paesi Bassi. “Quest’ultimo farmaco può essere combinato con corticosteroidi per ottenere un effetto più rapido“.

About the Author

- Giornalista scientifico, iscritto all'ordine nazionale dal 2013. Si occupa di cronaca scientifica dal 2011. Contatti: renato.sansone@geomagazine.it