Published On: mer, Ago 12th, 2020

Nuova specie di dinosauro rinvenuta sull’isola di Wight

Robin Ward, un cacciatore di fossili, era con la sua famiglia in visita all’isola di Wight (Inghilterra), quando ha rinvenuto delle ossa particolari. Una gioia immensa, che lo ha condotto al museo locale. “Hanno subito capito che fossero rare e mi hanno chiesto di donarle“, afferma Ward.

Parallelamente, altri 2 cacciatori di fossili, James Lockyer e Paul Farrell, hanno effettuato la stessa scoperta in siti differenti, contribuendo alla ricerca. Lo studio scientifico ha poi confermato che è molto probabile che i fossili provenissero dalla stessa specie di dinosauro, con la posizione esatta e la tempistica dei ritrovamenti che si sono aggiunti a questa convinzione.

Condotto dai paleontologi dell’Università di Southampton, lo studio suggerisce che le ossa appartengono a nuove specie di dinosauri teropodi, il gruppo che include il Tyrannosaurus rex e gli uccelli moderni.
Si tratta di un dinosauro che visse nel Cretaceo 115 milioni di anni fa, e si stima che fosse lungo fino a quattro metri.

Il nome attribuito, Vectaerovenator inopinatus, si riferisce ai grandi spazi d’aria presenti in alcune ossa, uno dei fattori che ha aiutato gli scienziati a identificare le origini di teropodi. Queste sacche d’aria, viste anche negli uccelli moderni, erano estensioni del polmone, ed è probabile che aiutassero ad alimentare un sistema respiratorio efficiente, rendendo allo stesso tempo più leggero lo scheletro.

Siamo rimasti colpiti da quanto fosse cavo questo animale: è pieno di sacche d’aria. Parti del suo scheletro devono essere state piuttosto delicate“, afferma Chris Barker, dottorando di ricerca che ha condotto lo studio.
Di solito non si trovano dinosauri nei depositi di Shanklin perché erano adagiati in un habitat marino. È molto più probabile che si trovino ostriche fossili o legni alla deriva, quindi questa è davvero una scoperta rara“, spiega.

Tuttavia, è probabile che il Vectaerovenator vivesse in un’area appena a nord di dove sono stati trovati i suoi resti; la carcassa sarebbe stata poi trasportata nel mare poco profondo.

Sebbene disponiamo di materiale sufficiente per essere in grado di determinare il tipo di dinosauro, idealmente vorremmo trovarne di più per perfezionare la nostra analisi. Siamo molto grati per la donazione di questi fossili e per l’importante ruolo che i cittadini possono svolgere in paleontologia“, aggiunge lo studente.

L’isola di Wight è rinomata come uno dei luoghi migliori per i resti di dinosauri in Europa, e i nuovi fossili di Vectaerovenator saranno ora in mostra al Dinosaur Isle Museum a Sandown, che ospita una collezione di importanza internazionale.

Il curatore del museo, il dr. Martin Munt, ha dichiarato: “Questa straordinaria scoperta di fossili da tre diversi individui e gruppi, si aggiungerà alla vasta collezione che abbiamo, ed è fantastico che ora si possano mettere in mostra ad un pubblico meravigliato da tale bellezza.”

Il membro di gabinetto del Consiglio per l’ambiente e del patrimonio dell’Isola di Wight, il consigliere John Hobart, ha dichiarato: “Questo è un altro fantastico fossile trovato sull’isola che fa luce sul nostro passato preistorico, tanto più che si tratta di una specie completamente nuova. Lo farò aggiungere ai tanti fantastici oggetti in mostra al museo.

I risultati dettagliati saranno pubblicati sulla rivista Palaeontology.

Bibliografia: Università di Southampton

About the Author

- Giornalista scientifico, iscritto all'ordine nazionale dal 2013. Si occupa di cronaca scientifica dal 2011. Contatti: renato.sansone@geomagazine.it