X

L’orologio climatico, conto alla rovescia per evitare il disastro totale

L'orologio climatico a New York (Credit Climate Clock)

A volte solo quando abbiamo una scadenza o un appuntamento fissato riusciamo ad essere più reattivi per raggiungere l’obiettivo e centrare il tempo indicatoci. E’ quello che hanno pensato il gruppo di scienziati e attivisti (fra cui Greta Thunberg) che associati nell’associazione “Climate Clock World” hanno realizzato i primi orologi climatici.

Dove siamo oggi…
(Credit Climate Clock)

L’obiettivo è quello di raggiungere emissioni zero in tutto il mondo e secondo gli studi degli scienziati mancano circa 7 anni affinché raggiungiamo il punto di non ritorno. Questo ovviamente se continuiamo imperterriti a fare ciò che facciamo. Qualcuno lo chiama anche il tempo residuo prima dell’apocalisse.

L’evoluzione della situazione attuale, mantenendo il ritmo di oggi (Credit Climate Clock)

L’orologio utilizza la metodologia del Research Institute in Global Commons and Climate Change che a sua volta utilizza i dati del IPCC (International Intergovernmental Panel on Climate Change) e con questi dati si calcola come possa evolvere la temperatura fino a raggiungere un punto di non ritorno.

Ad oggi esistono due orologi climatici, uno a Berlino ed uno appena inaugurato recentemente a New York e il prossimo verrà piazzato nel 2021 a Parigi. Il compito di questi orologi è quello di farci agire e farci rendere conto che il tempo stringe.

L’orologio è comunque consultabile anche dal web e ci indica anche a punto siamo con le rinnovabili. Ad oggi, a livello mondiale, siamo solo al 27% di energia prodotta da fonti rinnovabili, mentre il restante 73% è ancora prodotto con fonti fossili.

Come per il Covid19 l’obiettivo era (ed è ) quello di abbassare la curve, ugualmente per il clima bisogna agire sulla curva della temperatura, affinché essa si riduca. Per agire sulla curva rapidamente bisogna fare pesanti investimenti e farli nel più breve tempo possibile, solo così riusciremo ad evitare la catastrofe.

Lo scenario che prevede forti investimenti in tempi rapidi prevede l’abbassamento della curva della temperatura (Credit Climate Clock)

Dunque siamo tutti protagonisti, anche nel nostro piccolo, affinchè si riesca a vincere questa battaglia per la sopravvivenza del pianeta terra. Abbiamo tutto in mano, seppur il tempo scorra inesorabilmente….

Fonti consultate: Climate World Clock

Giuseppe Cutano: Ingegnere Ambientale, laureato presso il Politecnico di Torino, si è specializzato in difesa del suolo. Oggi si occupa di progettazione di impianti ad energia rinnovabile e di sviluppo sostenibile della montagna, con focus sulla mobilità elettrica. Volontario di Protezione Civile, ama la natura, ma anche i social media e la fotografia e per compensare la formazione scientifica coltiva lo studio della storia e delle scienze politiche.
Post correlati

This website uses cookies.