X

Una migliore comprensione sulla formazione dei cirri

Un team internazionale ha combinato teoria, misurazioni sul campo ed esperimenti di laboratorio per sviluppare una migliore comprensione della formazione delle nuvole.

La ricerca, in particolare, fornisce informazioni su come si formano i cirri, con implicazioni per l’agricoltura, lo sviluppo urbano e le previsioni sui cambiamenti climatici. Lo studio mostra inoltre che alberi e piante svolgono un ruolo importante che influenza le precipitazioni e il cambiamento climatico globale.

Daniel Cziczo, professore e capo del Dipartimento di Scienze della Terra, dell’Atmosfera e del Pianeta della Purdue University, ha affermato che, sorprendentemente, gli scienziati in precedenza non avevano una piena comprensione di come si formano i cirri.

Queste nuvole hanno un effetto sul clima e sulle precipitazioni, cose a cui noi umani teniamo profondamente“, ha detto. “Questo articolo ci dice come le particelle nell’atmosfera, sia di origine naturale che di origine umana, possono avere un impatto sulle nuvole in un modo che prima non capivamo“.

Gli scienziati sapevano che le particelle nell’aria derivanti dal fumo e dalle emissioni di auto avrebbero influenzato la creazione delle nubi, ma questa nuova ricerca mette in luce l’importanza delle emissioni volatili dalle piante e dal materiale organico che gli scienziati chiamano “aerosol organici secondari”.

Questi dati ci aiuteranno a prevedere meglio come le attività come la deforestazione o il rimboschimento, influenzeranno il clima del mondo, perché questi aerosol organici sono derivati ​​dalle piante“, ha detto Cziczo.

I ricercatori sono stati in grado di prendere i dati forniti da altri scienziati del progetto e utilizzarli per creare nuvole di ghiaccio simili a cirri nel laboratorio Purdue, quindi analizzare i risultati utilizzando uno strumento di spettrometria specializzato.

Tutti hanno sentito parlare di gas serra e riscaldamento globale, ma non credo che molti capiscano che anche le nuvole sono un grande attore nel cambiamento climatico“, ha detto Cziczo. “Le nuvole influenzano anche le precipitazioni, che ovviamente hanno un ruolo importante nell’agricoltura e nelle attività umane”.

Il meccanismo di formazione delle nubi descritto nel documento della rivista evidenzia l’intricata interazione tra le attività umane, l’ambiente e le risorse naturali, come le piogge.

Se le nostre risorse idriche cambiano drasticamente, ciò ha enormi conseguenze sulla nostra produzione alimentare e sull’utilizzo delle risorse. Quindi, stiamo davvero cercando di capire sia il ciclo dell’acqua che il clima dal punto di vista dell’atmosfera“.

La scienza delle nuvole si estende oltre ciò che vediamo nel cielo sopra di noi, ha detto Cziczo, e la stessa chimica e fisica sono all’opera nelle nuvole su altri pianeti.

Abbiamo usato alcune delle nostre apparecchiature di laboratorio che usiamo per comprendere le nuvole sulla Terra e le abbiamo adattate alle condizioni marziane o alle condizioni sulla luna di Saturno Titano utilizzando i dati delle sonde“. La ricerca è stata pubblicata su Nature Communications.

Tags: cirrinubi
Renato Sansone: Giornalista scientifico, iscritto all'ordine nazionale dal 2013. Si occupa di cronaca scientifica dal 2011. Contatti: renato.sansone@geomagazine.it
Post correlati

This website uses cookies.