X

Sul fondo del mare 14 milioni di tonnellate di microplastiche

Secondo l’agenzia scientifica nazionale australiana il fondale marino del mondo è disseminato di circa 14 milioni di tonnellate di microplastiche, suddivise dalle masse di rifiuti che entrano negli oceani ogni anno.

La quantità di minuscoli inquinanti sarebbe quindi 25 volte maggiore di quanto avevano dimostrato precedenti studi localizzati, ha affermato l’agenzia, definendola la prima stima globale delle microplastiche del fondo marino.

I ricercatori dell’agenzia CSIRO hanno utilizzato un sottomarino robotico per raccogliere campioni da siti fino a 3.000 metri di profondità, al largo della costa sud australiana.

La nostra ricerca ha scoperto che l’ oceano profondo è un pozzo per le microplastiche“, ha detto la principale ricercatrice Denise Hardesty.

Siamo rimasti sorpresi di osservare elevati carichi di microplastica in una posizione così remota“.

Gli scienziati, che hanno pubblicato le loro scoperte sulla rivista Frontiers in Marine Science, hanno affermato che le aree con più rifiuti galleggianti generalmente avevano più frammenti di microplastica sul fondo del mare.

L’inquinamento da plastica che finisce nell’oceano si deteriora e si rompe, finendo come microplastiche“, ha detto Justine Barrett, responsabile dello studio.

I risultati mostrano che le microplastiche stanno effettivamente affondando sul fondo dell’oceano“.

Hardesty ha chiesto un’azione urgente per trovare soluzioni all’inquinamento marino da plastica che colpisce gli ecosistemi, la fauna selvatica e la salute umana.

Il governo, l’industria e la comunità devono lavorare insieme per ridurre significativamente la quantità di rifiuti che vediamo lungo le nostre spiagge e nei nostri oceani“, ha concluso.

Renato Sansone: Giornalista scientifico, iscritto all'ordine nazionale dal 2013. Si occupa di cronaca scientifica dal 2011. Contatti: renato.sansone@geomagazine.it
Post correlati

This website uses cookies.