Published On: gio, Nov 12th, 2020

Groenlandia, sotto i ghiacci un fiume di mille chilometri?

Il substrato roccioso della Groenlandia è sepolto sotto una coltre di ghiacci spessa sino a 3000 metri e ciò che c’è nel bel mezzo viene frugato attraverso le immagini radar.

Ora, i modelli computazionali suggeriscono che l’acqua che si fonde nel profondo dei ghiacci potrebbe fluire per l’intera lunghezza di una valle sub-glaciale sino al fiordo di Petermann, lungo la costa settentrionale dell’isola. Una valle probabilmente segmentata, ma estesa sino a 1000 chilometri.
Autori della ricerca gli scienziati dell’Università di Hokkaido, in collaborazione con i ricercatori dell’Università di Oslo, che hanno eseguito numerose simulazioni confrontando le diverse dinamiche in relazione all’orografia della valle.

Se la valle fosse completamente aperta e piatta, simile al letto di un fiume – si legge su Cryosphere – ci sarebbe un lungo corso d’acqua sotterraneo esteso per tutta la sua lunghezza.

Si tratta naturalmente di simulazioni a cui dovranno seguire ulteriori indagini radar per stabilire se ciò sia possibile. La ricerca potrebbe introdurre un sistema idrologico diverso per la calotta glaciale ed essere utile per previsioni future sui cambiamenti climatici.

About the Author

- Giornalista scientifico, iscritto all'ordine nazionale dal 2013. Si occupa di cronaca scientifica dal 2011. Contatti: renato.sansone@geomagazine.it