Published On: ven, Nov 27th, 2020

Da centauro a cometa gioviana: la rara possibilità offerta dalla cometa 2019 LD2

Per la prima volta una cometa sta offrendo agli astronomi la possibilità di osservare la transizione che avviene da “centauro” alla “famiglia delle comete gioviane”.
Si chiama 2019 LD2 ed è stata scoperta lo scorso anno.

I centauri sono planetoidi ghiacciati in orbite instabili tra Giove e Nettuno che subiscono un’evoluzione dinamica a causa della loro gravità, finendo per essere completamente espulsi dal sistema solare o instaurarsi nell’orbita di Giove. Da qui il termine “cometa gioviana“.

Si tratta di un’evoluzione che avviene nel corso di pochi milioni di anni (fino a poche decine di milioni). Di conseguenza questa vagabonda spaziale scoperta nel 2019 offre una possibilità più unica che rara.
E’ improbabile che essa abbia già viaggiato nel sistema solare interno, per cui secondo i ricercatori sarebbe una cometa incontaminata. A causa del Sole essa ha sicuramente perso parte di alcuni materiali super-volatili di cui è composta, ma non ha ancora visto la sublimazione del ghiaccio d’acqua a causa del calore della nostra stella.

E’ quindi un’occasione irripetibile per osservare cosa accade in queste circostanze.
Inoltre, questa transizione è probabile che finisca in soli 40 anni da ora, che è un tempo brevissimo in termini astronomici.

La ricerca, pubblicata su Planetary Science Institute Research, cerca di comprendere come questi oggetti si evolvano nel tempo.

About the Author

- Giornalista scientifico, iscritto all'ordine nazionale dal 2013. Si occupa di cronaca scientifica dal 2011. Contatti: renato.sansone@geomagazine.it