X

La gratitudine ci rende migliori: i benefici riconosciuti dalla scienza

Quando attraversiamo momenti bui, la reazione automatica del nostro cervello è quella di lamentarci, di dare la colpa alla sfortuna, di ricordare solo gli eventi negativi, di credere di non poterci risollevare. Atteggiamenti che creano ulteriore ansia e infelicità. Essere grati a qualcosa o qualcuno è invece un’abitudine positiva che in tanti ignorano, e che porta benefici riconosciuti dalla scienza.

La gratitudine ha effetti positivi sia sulla mente che sul corpo e la ricerca lo ha dimostrato nel tempo.

TI RENDE PIU’ FELICE – Scrivere su un diario per cinque minuti al giorno su ciò di cui sei grato ti fa sentire positivo e può migliorare la tua felicità a lungo termine di oltre il 10%. Quando pensi a cosa scrivere, metti da parte la competizione con chi ti ruota intorno. Sii positivo. Tra i molti benefici emotivi, gli studi hanno anche scoperto che una pratica di gratitudine regolare può aiutare ad aumentare la tua autostima.

MIGLIORA LE TUE RELAZIONI – Essere grati alla vita ti fornisce molti benefici sociali. Non solo ti aiuta a ottenere il supporto sociale di cui hai bisogno per superare i momenti difficili, ma riduce in primo luogo la necessità di supporto sociale. Gli scienziati hanno anche scoperto che la gratitudine ha un impatto positivo su amicizie e relazioni romantiche.

AUMENTA LE PRESTAZIONI LAVORATIVE – Essere grati migliora la tua salute mentale legata al lavoro che gestisci, riducendone lo stress e tutelandoti dagli effetti collaterali che una giornata troppo faticosa potrebbe causarti.

MIGLIORA LA SALUTE – Ultimo ma non meno importante, la gratitudine ha un impatto positivo sul tuo corpo. La ricerca ha scoperto che può migliorare significativamente la qualità del tuo sonno. Costruire un’abitudine di gratitudine può persino abbassare la pressione sanguigna, secondo numerosi studi. Le persone riconoscenti sembrano essere persone sane.

Lo so, starai pensando che non è facile e che probabilmente nessuno è degno di una tua gratitudine. Probabilmente nella tua vita hai sempre ottenuto il massimo da te stesso, senza particolari aiuti. In questo caso ringrazia te stesso di ciò che hai svolto, del fatto che nonostante tutto sei ancora a galla, sii soddisfatto di quello che di buono hai fatto, senza però scadere nella presunzione di essere superiore a qualcuno o qualcosa.

Le cose belle della vita ci sembrano scontate. La nostra idea è che la normalità dovrebbe essere quella di sentirci felici e che il contrario fa parte di qualcosa di innaturale. In realtà la vita ci dimostra che non sempre ciò è possibile e allora cerchiamo di ricordare le cose belle. Una passeggiata al mare, una giornata in vacanza, o semplicemente guardare un paesaggio. Pensiamo alle persone meno fortunate e ringraziamo di poter fare determinate azioni che ci appaiono scontate, ma che in realtà per tanti non lo sono.

Se qualcuno fa qualcosa di buono per te scrivilo nel tuo personale diario e rileggilo nei momenti più difficili, quando ti senti stressato e ansioso.  E mostra una sincera e completa disponibilità a contraccambiarlo. Capirai che la vita è un susseguirsi di alti e bassi, e non è necessariamente qualcosa di negativo da cui non riesci ad uscirne da tempo.

Renato Sansone: Giornalista scientifico, iscritto all'ordine nazionale dal 2013. Si occupa di cronaca scientifica dal 2011. Contatti: renato.sansone@geomagazine.it
Post correlati

This website uses cookies.