Published On: ven, Gen 13th, 2023

Il museo Gemma dell’Unimore-Università di Modena e Reggio Emilia

Chi visita Modena difficilmente è a conoscenza del suo patrimonio museologico scientifico, che annovera ad esempio il Giardino Botanico dell’Unimore- Università di Modena e Reggio Emilia, e Musei storici dalla secolare tradizione, come coloro i quali afferiscono dal 1 febbraio 2022 al Sistema dei Musei e Orto Botanico della medesima Facoltà.
Ne è uno splendido ma ancora poco conosciuto museo di scienze naturali, il Museo Gemma- Museo Mineralogico e Geologico Estense, le cui origini vanno ricercate alla Fondazione dell’Antico Museo di Storia Naturale della Regia Università di Modena voluta dal Duca Francesco III d’Este nel 1786. Il Museo ricorda nella sua denominazione attuale la definizione di Pietro Doderlein riguardo le sue collezioni mineralogiche, celebrate come “Gemme tra le più belle e munificenti istituzioni di S.A.R Francesco IV”.

MUSEOLOGIA SCIENTIFICA AL GEMMA DI MODENA

Le collezioni sorprendono i visitatori con percorsi alla scoperta di minerali, rocce, pietre lavorate, tra cui si possono ammirare migliaia di minerali provenienti da tutto il mondo, insieme a gemme, pietre dure, pietre lavorate e campioni mineralizzati rappresentativi dei principali scenari minerali un tempo presenti su scala nazionale. Tra le Rocce esposte si segnalano quelle provenienti dal territorio emiliano-romagnolo, le rocce e i minerali8 dell’Antartide e della Groenlandia, pietre dure e pietre preziose.
E’ la volta poi di volgere lo sguardo verso le stelle, con la collezione di Meteoriti che comprende anche il famoso meteorite caduto ad Albareto di Modena nel 1766, per poi passare ai Fossili, con decine di migliaia di esemplari d’invertebrati, vertebrati e vegetali visitabili presso la sede del Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche di Unimore.
Essendo chi scrive una Geografa, il nucleo di collezione che più amo scoprire nella Sale del Museo Gemma è costituito dal significativo repertorio di Mappe (con la prima carta geologica della provincia di Modena e Reggio Emilia risalente al 1868), di Cartografia storica (a testimonianza della Storia dell’Italia post-unitaria) e dei Reperti scientifici antichi oltre che di apparecchiature scientifiche, a testimonianza della Storia di questo Museo di Storia Naturale, così sottovalutato nel territorio nonostante le importanti attività didattiche e di divulgazione scientifica per le scuole, tra eventi, mostre, incontri e conferenze che animano il calendario universitario tutto l’anno.

LA DIDATTICA SCIENTIFICA DEDICATA A TUTTE LE FAMIGLIE

La Didattica scientifica per i giovanissimi ed adolescenti è il fiore all’occhiello di questa istituzione, con proposte quali “Nel giardino dei cristalli”, “Un mondo di Minerali”, “le Rocce raccontano”, “Il mondo delle Mappe”, “Il sale tra Natura e Storia”, e le classiche visite guidate alla scoperta delle collezioni che incanteranno tutte le famiglie. Notevoli anche i percorsi con passeggiate esplorative urbane e sul territorio provinciale quali “Racconti di pietra e d’acqua” e “Le pietre della città di Modena”.

Per visite guidate: Gemma- Museo Mineralogico e geologico Estense, largo S. Eufemia nr 19, 41121 Modena museo.gemma1786@unimore.it e tel 059.2055873

About the Author

- Giornalista scientifico, iscritto all'ordine nazionale dal 2013. Si occupa di cronaca scientifica dal 2011. Contatti: renato.sansone@geomagazine.it