Published On: sab, Gen 14th, 2023

Siccità Italia: il punto della situazione degli ultimi due anni

La parola siccità è stata sicuramente una della parole di trend di questi ultimi anni. Sul tema sono nate tante discussioni e riflessioni. Andiamo però a leggere i dati ufficiali del CNR con gli indici di siccità. Ovviamente la tendenza a generalizzare la situazione per tutto il Paese è sempre dietro l’angolo. Dell’indice SPI avevamo parlato in un altro articolo e oggi estenderemo l’analisi a tutto il 2021 e 2022. 

Certo il problema è assolutamente presente, ma ha colpito solo alcune aree del Paese. Una su tutti è la parte occidentale del bacino del Po che è di certo quella che apporta più acqua al fiume più grande d’Italia e ai tanti campi coltivati con i canali di irrigazione.

Estratto WEB GIS CNR mappe di Siccità

Estrapolando dunque la mappa GIS relativa agli indici degli ultimi due anni le aree del Paese con siccità estrema risultano: buona parte di Piemonte e Valle d’Aosta, alcune aree di Veneto e del Friuli, la Romagna e poi qui è la qualche zona delle Marche, della Puglia e della Calabria. Con siccità importante e moderata abbiamo poi il resto della pianura padana.

Le uniche aree in surplus idrico sono alcune zone dell’Appennino centro meridionale, le cose tirreniche della Sicilia e il centro della Sardegna, per il resto il Paese di trova in una situazione che è nella media. 

Alla luce di questi dati in alcune zone d’Italia la situazione è molto grave e non sarà sufficiente questo inverno che sì presenta per ora ancora avaro di neve, ma quello che suggeriamo è quello di osservare sempre i dati e commentarli basandosi su misurazioni scientifiche oggettive.

Fonti consultate: CNR

About the Author

- Ingegnere Ambientale, laureato presso il Politecnico di Torino, si è specializzato in difesa del suolo. Oggi si occupa di progettazione di impianti ad energia rinnovabile e di sviluppo sostenibile della montagna, con focus sulla mobilità elettrica. Volontario di Protezione Civile, ama la natura, ma anche i social media e la fotografia. Per compensare la formazione scientifica coltiva lo studio della storia e delle scienze politiche. * Contatti: giuseppe.cutano@geomagazine.it * * IG: @latitude_45