Published On: ven, Set 8th, 2023

Scoperto un nuovo tipo di cellula essenziale per la funzione cerebrale

Un gruppo di ricerca dell’Università di Losanna (UNIL) e del Wyss Center ha scoperto un nuovo tipo di cellula cerebrale ibrida, diversa dai neuroni e dalle cellule gliali, che svolge un ruolo essenziale nella funzione cerebrale. Queste cellule ibride sono presenti in diverse regioni del cervello nei topi e negli esseri umani. La loro scoperta è stata pubblicata sulla rivista Nature.

Queste nuove cellule cerebrali sono chiamate “astrociti glutamatergici” e sono in grado di rilasciare il neurotrasmettitore glutammato, svolgendo un ruolo attivo nella trasmissione sinaptica e nell’elaborazione delle informazioni cerebrali. Questa scoperta rappresenta una svolta nelle neuroscienze, in quanto si pensava precedentemente che solo i neuroni fossero responsabili della trasmissione delle informazioni nel cervello.

Queste cellule ibride sono state identificate attraverso l’analisi molecolare e la ricerca di specifici trascritti proteici necessari per il rilascio di glutammato. Inoltre, è stato dimostrato che esse sono funzionanti, rilasciando glutammato in modo simile alle sinapsi neuronali e influenzando la trasmissione sinaptica e i circuiti neurali. La loro attività è fondamentale per processi come la memorizzazione a lungo termine e il controllo dei movimenti.

Questa scoperta ha anche implicazioni per le malattie cerebrali, poiché la manipolazione degli astrociti glutamatergici può influenzare la memoria e potrebbe essere collegata a disturbi come l’epilessia e la malattia di Parkinson.

Il team di ricerca apre nuove prospettive nel campo delle neuroscienze e nelle malattie cerebrali.

About the Author

- Giornalista scientifico, iscritto all'ordine nazionale dal 2013, si occupa di cronaca scientifica dal 2011, anno di inizio del praticantato. Dal 2007 al 2014 ha condotto degli studi mesoclimatici sui raffreddamenti radiativi delle doline di origine carsica e sull’esondazione del cold air pool. Contatti: renato.sansone@geomagazine.it