Published On: lun, Feb 5th, 2024

Da un ingegnere britannico l’innovativo prototipo di ombrello volante

Un ingegnere e YouTuber britannico dietro il canale “I Build Stuff, ha introdotto un innovativo prototipo di ombrello volante che potrebbe cambiare il modo in cui affrontiamo una giornata di pioggia. L’invenzione, composta da un ombrello giallo adattato e componenti stampati in 3D con eliche all’estremità, ha lo scopo di seguire autonomamente l’utente sotto la pioggia. L’ingegnere sottolinea che gli ombrelli non hanno subito modifiche significative negli ultimi 4.000 anni e ritiene che sia giunto il momento di sperimentare nuove soluzioni. Nel video di presentazione, dichiara: “Siamo nel 2024, non dovrei nemmeno aver bisogno di tenere in mano l’ombrello.

L’OMBRELLO VOLANTE…

Il dispositivo è composto da un telaio centrale a forma di X realizzato in fibra di carbonio, leggero ma resistente, con eliche posizionate ai lati del tettuccio. Questo design unico, che ricorda un incrocio tra un ombrello e un drone, cerca di risolvere le problematiche riscontrate in tentativi passati, dove le eliche erano posizionate in modo errato. La realizzazione del prototipo ha richiesto mesi di lavoro e alcuni ostacoli lungo la strada, inclusi cavi saldati male che hanno causato ritardi. Dopo la costruzione, l’ingegnere ha effettuato alcuni test, mostrando un successo iniziale, ma rivelando che il dispositivo è ancora soggetto a miglioramenti.

SOLO UN PROTOTIPO…PER ORA

Durante i test, l’ombrello volante ha dimostrato una certa instabilità, oscillando durante una folata di vento e schiantandosi contro una recinzione. Tuttavia, grazie a correzioni successive, il dispositivo è stato reso “ancora più stabile di prima.” Lo YouTuber sottolinea che il prototipo è in grado di offrire una protezione efficace dalla pioggia e anticipa la possibilità di creare una versione autonoma in grado di seguire l’utente in modo intelligente. L’idea è quella di collegare una telecamera al dispositivo e sviluppare un programma che possa monitorare la posizione dell’utente, regolando di conseguenza l’orientamento dell’ombrello.

Sebbene il progetto sia ancora in fase sperimentale, l’innovatore ha dichiarato di essere pronto a lavorare su una versione più avanzata, confermando che questa invenzione potrebbe rappresentare un nuovo capitolo nella storia degli ombrelli.

About the Author

- Giornalista scientifico, iscritto all'ordine nazionale dal 2013, si occupa di cronaca scientifica dal 2011, anno di inizio del praticantato. Dal 2007 al 2014 ha condotto degli studi mesoclimatici sui raffreddamenti radiativi delle doline di origine carsica e sull’esondazione del cold air pool. Contatti: renato.sansone@geomagazine.it