X

Livelli di anidride carbonica mai così alti da 23 milioni di anni

L'inquinamento dei giorni nostri

I livelli di anidride carbonica sarebbero oggi più alti di quanto non siano stati negli ultimi 23 milioni di anni!  E’ ciò che sostiene un nuovo studio di Brian Schubert (Università della Louisiana a Lafayette) e dei coautori Ying Cui e A. Hope Jahren, attraverso i resti fossili di antichi tessuti vegetali.

Il team ha dimostrato che man mano che le piante crescono, la quantità relativa dei due isotopi stabili di carbonio, carbonio-12 e carbonio-13, cambia in risposta alla quantità di CO2 nell’atmosfera. Questa ricerca, pubblicata su Geology, è una sorta di cronologia delle emissioni nella quale non sono state ritrovate fluttuazioni tali da paragonare il drammatico aumento passato a quanto sta accadendo nei giorni nostri.

Un altro punto importante è che, poiché i grandi cambiamenti evolutivi negli ultimi 23 milioni di anni non sono stati accompagnati da grandi cambiamenti di CO2, forse gli ecosistemi e la temperatura potrebbero essere più sensibili ai piccoli cambiamenti rispetto a quanto si pensasse in precedenza. Ad esempio: il sostanziale calore globale del Pliocene medio (da 5 a 3 milioni di anni fa) e del Miocene medio (da 17 a 15 milioni di anni fa), che a volte sono studiati come confronto per l’attuale riscaldamento globale, erano associati solo a modesti aumenti in CO2.

Renato Sansone: Giornalista scientifico, iscritto all'ordine nazionale dal 2013. Si occupa di cronaca scientifica dal 2011. Contatti: renato.sansone@geomagazine.it
Post correlati

This website uses cookies.