Published On: sab, Giu 6th, 2020

Domani il picco delle Arietidi, le meteore diurne

Ogni anno, tra l’ultima decade di Maggio e le prime ore di Luglio, si verifica una “pioggia” di meteore diurne invisibili (o quasi) ai nostri occhi. Sono le Arietidi, le meteore il cui radiante è situato nella costellazione dell’Ariete, posto in questo periodo a pochi gradi dal Sole.

Il picco viene raggiunto ogni anno il 7 Giugno durante le ore diurne, quando lo ZHR (il tasso zenitale orario) si attesta a 60.

La loro provenienza è tutt’ora oggetto di indagine, anche se alcuni scienziati sospettano che provengano da 1566 Icaro, un asteroide che si avvicina alla Terra ogni 9, 19 e 28 anni.  C’è anche chi pensa che questi detriti cosmici provengano dalla cometa 96P/Machholz, anche se resta una teoria secondaria.

La visione resta una vera sfida; non è un caso che la loro scoperta avvenne attraverso il radiotelescopio di Jodrell Bank in Inghilterra, durante l’estate del 1947. Si potrà cercare di individuarne qualcuna poco prima dell’aurora, ossia prima che la luce rifratta dagli strati inferiori dell’atmosfera colori i nostri cieli.

About the Author

- Giornalista scientifico, iscritto all'ordine nazionale dal 2013. Si occupa di cronaca scientifica dal 2011. Contatti: renato.sansone@geomagazine.it