Published On: mar, Ott 27th, 2020

Covid19: Norvegia VS Svezia

Share This
Tags

Gli appassionati di sci nordico conosceranno bene la rivalità sportiva fra Svezia e Norvegia, così come molti sapranno come i due paesi scandinavi cooperino e spesso seguano politiche comuni. Non è andata così per la gestione della pandemia e i due paesi del Nord hanno utilizzato strategie diverse.

Norvegia VS Svezia

La Svezia ha scelto di non applicare particolari restrizioni, con lo scopo di salvaguardare l’economia, e in questi mesi si è limitata a dare raccomandazioni ai propri cittadini. Distanziamento sociale in primis. Diversa invece la Norvegia che ha applicato il lockdown in primavera e sta continuando con azioni di contenimento e nonostante non faccia parte dell’Unione Europea si è maggiormente allineata alle scelte dei paesi europei rispetto ai fratelli svedesi.

I due paesi si differenziano comunque in popolazione. La Norvegia conta circa 5 milioni di abitanti, mentre la Svezia 10 milioni. In termini di densità i norvegesi si divido un chilometro quadrato in 14, mentre circa 23 sono gli svedesi a dividersi l’area di un chilometro quadro. La Norvegia ha una superficie come l’Italia, mentre la Svezia è circa 1/4 più grande del nostro Paese.

Ad oggi i casi totali di Covid19 sono stati 18.483 in Norvegia, mentre in Svezia 115.785, ben un’ordine di

grandezza in più. Il rapporto casi su popolazione vale 0,0037 per la Norvegia, mentre in Svezia 0,011. Numeri ben peggiori per i sudditi di Re Gustavo. I decessi sono stati invece quasi 6.000 in Svezia, mentre in Norvegia hanno raggiunto oggi 279. Numeri agli antipodi.

Diciamo che i numeri parlano chiaro sul fatto che la politica di Oslo sia stata sicuramente più efficace della politica di Stoccolma. Bisogna dire che la Norvegia è meno popolosa, ma i dati che differiscono fra i due Paesi non sono giustificati dalla differenza di popolazione.

Diciamo che nei due Paesi scandinavi vi sono due strategie a confronto e si può abbastanza affermare che la Norvegia vi è per ora la situazione più contenuta in Europa, mentre nella vicina Svezia i dati sono fra i peggiori in Europa soprattutto rapportandoli alla bassa densità del paese. Per una volta i Paesi scandinavi hanno operato in maniera opposta e se la Svezia pensava di salvare l’economia, ha dovuto comunque registrare una flessione del PIL.

Dati consultati: CSSE Hopkins University

About the Author

- Ingegnere Ambientale, laureato presso il Politecnico di Torino, si è specializzato in difesa del suolo. Oggi si occupa di progettazione di impianti ad energia rinnovabile e di sviluppo sostenibile della montagna, con focus sulla mobilità elettrica. Volontario di Protezione Civile, ama la natura, ma anche i social media e la fotografia. Per compensare la formazione scientifica coltiva lo studio della storia e delle scienze politiche. Contatti: giuseppe.cutano@geomagazine.it