Published On: ven, Lug 15th, 2022

Camminare a piedi nudi su percorsi dedicati in Trentino

I territori dell’Alpe Cimbra, Primiero San Martino di Castrozza e Moena aderiscono al network internazionale Alpine Pearls che riunisce alcune delle più incantevoli località dell’arco alpino dalla Germania alla Slovenia sotto il segno comune di un turismo a basso impatto ambientale fatto di pratiche virtuose di mobilità, impiego di energie rinnovabili e valorizzazione delle risorse «a chilometro zero». 

La pratica dell’escursionismo «barefoot» (a piedi nudi) sta prendendo… piede anche nel nostro Paese e le amministrazioni più sensibili hanno approntato percorsi ed escursioni guidate per chi desidera vivere la montagna senza filtri. A San Martino sono attivi tre percorsi barefoot realizzati in collaborazione con Andrea Bianchi, fondatore della prima scuola italiana di barefoot d’Italia. Tra questi, il «Sentiero del Cervo» è in particolare un vero e proprio percorso didattico per il barefoot lungo il quale si trovano postazioni con QR code per visionare specifici esercizi da eseguire sul posto. 

Moena offre un vasto programma di attività guidate outdoor alla scoperta di boschi e vette. Tra queste, il «bosco sensoriale» permette di conoscere da vicino le vibrazioni e i segreti della foresta attraversando i suoi sentieri a piedi scalzi.

Imperdibile per gli sportivi buongustai l’Agri-Tour in E-Bike, che conduce alla scoperta dei sapori e delle tradizioni della valle e prevede tappe nei più caratteristici agriturismi con degustazioni di prodotti tipici e con la possibilità di fare amicizia con gli animali e assaporare le tradizioni di un tempo.

Per immergersi nei profumi e nella bellezza della natura non si può trascurare l’aspetto culinario, che aggiunge alla gioia degli occhi il piacere del palato. Le tre Perle trentine valorizzano i prodotti antichi e gustosi del loro territorio con iniziative mirate che esaltano anche l’aspetto sostenibile legato alle produzioni locali. Gli esercizi gastronomici di Primiero San Martino di Castrozza – ristoranti, malghe, rifugi, botteghe e produttori aderenti – propongono il #Cheesenic, un cestino da pic-nic personalizzato con prodotti locali e una borraccia Refill&Taste in omaggio da riempire con la buona acqua trentina nei punti acqua segnalati dall’App Refill, facilmente individuabili grazie ad un QR code. Il buon cibo è anche protagonista di molte iniziative escursionistiche, come ad esempio il «Maso Trekking» che porta alla riscoperta di un antico e ben conservato insediamento di montagna e si conclude con una gustosa merenda presso l’Osteria alla Siéga a base di prodotti tipici e del celebre Botìro di Primiero di malga.

Fonte: Alpine Pearls

About the Author

- Geomagazine.it si pone l'obiettivo di fornire informazioni su evidenze scientifiche acquisite attraverso notizie correlate a fonti verificate e autorevoli. La redazione è composta da giornalisti e da tecnici, e vuole dare al lettore stimoli e suggerimenti così che ci si ponga delle domande; domande che sono alla base del metodo sperimentale.