Published On: ven, Gen 5th, 2024

Come si leggono le etichette delle uova?

E’ sempre più importante essere dei consumatori consapevoli e dunque è fondamentale saper leggere le etichette dei prodotti che acquistiamo. Oggi vogliamo parlarvi delle uova. In particolare su ogni singolo uovo troverete un codice stampato che ci da indicazioni sulla provenienza del prodotto.

La normativa sul codice stampigliato è obbligatoria solo per le uova imballate. Il piccolo allevatore rurale (fino a 50 galline) in cui comprate direttamente il prodotto è esonerato da mettere il codice.

Il codice stampate contiene 11 caratteri alfanumerici. Vediamo di capirci di più.

SISTEMA DI ALLEVAMENTO

Il primo numero che va da 0 a 3, indica il sistema di allevamento. Qui subito abbiamo la chiave di cosa andremo a comprare.

0 si intendono uova da allevamento biologico. In questo caso le galline possono uscire all’aperto e vengono utilizzati solo mangimi biologici. Vale per allevamenti fino a 3.000 capi, dove le galline hanno almeno 4 metri quadrati all’esterno.

1 si intendono uova dall’allevamento all’aperto. Le galline possono accedere ad uno spazio esterno e depongono le uova a terra, all’interno lo spazio è ridotto rispetto al tipo o.

2 si intendono per allevamento a terra. Le galline non sono in gabbia, ma sono disposte in capannoni dove non possono uscire all’esterno.

3 si intendono uova da allevamento in gabbia. Le galline si trovano all’interno di gabbie e hanno pochissima libertà di movimento.

Diciamo che va da se che bisogna preferire gli allevamenti di tipo 0 perché garantiscono un maggiore benessere animale e di conseguenza un prodotto più naturale.

LUOGO DI PRODUZIONE

A seguire il tipo di allevamento troviamo il paese di provenienza. IT ovviamente è relativo all’Italia. Segue il codice ISTAT del comune di allevamento (per l’Italia) e subito dopo le due lettere della provincia. (elenco codici comunali ISTAT) Ad esempio IT001BO, corrisponde ad un eventuale allevamento italiano sito in provincia di Bologna nel comune di Anzola dell’Emilia.

CODICE ALLEVAMENTO

Dopo aver individuato il tipo di allevamento e il comune restano 3 cifre numeriche che indicano il codice dell’allevamento. Il codice viene assegnato ad ogni produttore.

Dunque ricapitolando, immaginiamo un allevamento fittizio e capiamo cosa si riferiscono quei codici. Prendiamo un uovo e troviamo scritto 0IT001BO003.

Questo codice corrisponde ad un allevamento biologico in Italia, dove le galline sono libere di uscire all’esterno e si alimentano con prodotti bio. L’allevamento ha un suo codice 003 e si trova nel Comune di Anzola dell’Emilia in provincia di Bologna. Ecco quindi che avete la filiera completa da dove proviene il vostro uovo.

Esistono poi altre diciture sulle uova. Ad esempio la categoria. Per Categoria A, si intendono uova destinate al consumo diretto finale, mentre quelle di Categoria B sono destinate all’industriale alimentare. La differenza sta nella freschezza delle uova e con alcune caratteristiche definite dal punto di vista organolettico. A volte trovate la scritta extra-fresche e si intendono che le uova sono imballate entro 3 giorni dalla deposizione, mentre fresche se entro 10 giorni.

In ultimo a volte trovate le dimensioni e si suddividono in categorie: XL (grandissime) pesano dai 73 grammi in su; la taglia L (grandi) varia dai 63 ai 73 grammi; le uova M (medie) oscillano tra i 53 e i 63 grammi; le uova di taglia (piccola) S, infine, pesano mediamente meno di 52 grammi.

Speriamo dunque di aver fatto un pò di chiarezza su un prodotto che usiamo tantissimo in cucina. Dunque leggete sempre bene l’etichetta e siate dei consumatori consapevoli di quello che mettete sulla vostra tavola, non dimenticando il benessere animale e il ritorno alle cose naturali.

 

Fonti Consultate: Veneto Agricoltura, Ministero dell’agricoltura, Factanza, ISTAT, ASL CN2, Cucina Italiana

 

About the Author

- Ingegnere Ambientale, laureato presso il Politecnico di Torino, si è specializzato in difesa del suolo. Oggi si occupa di progettazione di impianti ad energia rinnovabile e di sviluppo sostenibile della montagna, con focus sulla mobilità elettrica. Volontario di Protezione Civile, ama la natura, ma anche i social media e la fotografia. Per compensare la formazione scientifica coltiva lo studio della storia e delle scienze politiche. * Contatti: giuseppe.cutano@geomagazine.it * * IG: @latitude_45