Published On: mer, Gen 18th, 2023

La pietra runica più antica del mondo rinvenuta in Norvegia

Un team di archeologi norvegesi avrebbe trovato la pietra runica più antica del mondo. Inscritta quasi 2000 anni fa, sarebbe più antica delle precedenti di diversi secoli.
La roccia arenaria, di color marrone, misura circa 30X30 cm, ed è stata rinvenuta durante lo scavo di un antico cimitero alla fine del 2021, a Tyrifjorden, a nord-ovest di Oslo, prima della costruzione di una linea ferroviaria.

La datazione al carbonio delle ossa e del legno trovati in una tomba accanto alla runa suggerisce che sia stata incisa tra l’anno 1 e il 250 d.C., secondo il Museo di storia culturale di Oslo.
Normalmente erette nelle tombe, specialmente durante l’era vichinga, le rune sono pietre incise con lettere runiche, il più antico alfabeto conosciuto in Scandinavia.
Quella rinvenuta è ritrascritta in alfabeto latino, sulla quale si legge “idiberug“, forse un riferimento alla persona che giace nella tomba.

La scoperta, che potrebbe risalire al tempo di Gesù Cristo, è “un sogno per i runologi“, che studiano antichi alfabeti runici, iscrizioni e la loro storia, ha detto il museo di Oslo.
Si pensava che le prime pietre runiche in Norvegia e Svezia fossero apparse negli anni ‘300 o ‘400, ma si è scoperto che alcune di esse potrebbero essere più antiche. La loro origine resta un mistero.

La pietra sarà esposta al Museo di Storia Culturale di Oslo dal 21 gennaio al 26 febbraio.

About the Author

- Giornalista scientifico, iscritto all'ordine nazionale dal 2013. Si occupa di cronaca scientifica dal 2011. Contatti: renato.sansone@geomagazine.it