Published On: gio, Feb 18th, 2021

Perseverance è su Marte: al via una nuova dimensione nell’esplorazione marziana

Mars Perseverance è atterrato su Marte. 
Ci sono voluti 11 minuti affinché il segnale arrivasse alla Terra, dopo il “tochdown” sul suolo polveroso del cratere Jezeiro.

I controllori di terra del Jet Propulsion Laboratory dell’agenzia spaziale a Pasadena, in California, hanno applaudito e scambiato colpi di pugno per un meritato sollievo. Lo sbarco segna la terza visita su Marte in poco più di una settimana; la scorsa settimana, infatti, due veicoli spaziali provenienti dagli Emirati Arabi Uniti e dalla Cina sono entrati in orbita attorno al pianeta rosso.

ll veicolo delle dimensioni di un’auto, alimentato al plutonio, ha centrato l’obiettivo più piccolo e difficile della NASA: una striscia di 5 x 4 miglia su un antico delta del fiume colmo di pozzi, scogliere e campi di roccia. Gli scienziati ritengono che se la vita fosse mai fiorita su Marte, sarebbe esistita da 3 a 4 miliardi di anni fa, quando l’acqua scorreva ancora sul pianeta. 

Nel corso dei prossimi due anni, Percy, come è soprannominato, utilizzerà il suo braccio di 2 metri per perforare e raccogliere campioni di roccia alla ricerca di possibili segni di vita microscopica remota. Da tre a quattro dozzine di campioni delle dimensioni di un gesso saranno sigillati in tubi e messi da parte, per essere recuperati da un fetch rover e portati a casa da un’altra nave spaziale. L’obiettivo è riportarli sulla Terra già nel 2031.

IL PERCORSO

Credit: JPL / Nasa

Il mosaico proposto in figura, composto da più immagini allineate con precisione dalla Context Camera sul Mars Reconnaissance Orbiter, ha una risoluzione di 6 metri per pixel.
Raffigura il percorso che il rover potrebbe intraprendere mentre indagherà su diversi ambienti un tempo potenzialmente abitabili.

Il percorso inizierà presso le scogliere che definiscono la base di un delta a forma di ventaglio, verso possibili depositi di antichi litorali. Successivamente Perseverance si arrampicherà sul bordo del cratere, la cui sella di esondazione misura 610 metri, per esplorare le pianure circostanti.
Circa la metà di questa traversata potrebbe essere completata nella missione principale di Perseverance (un anno di Marte o due anni terrestri).

Per riferimento, il cratere prominente vicino al centro dell’immagine è largo circa 1 chilometro.

Per approfondire: 

Marte, alla ricerca di vita microbica passata con il rover Perseverance

About the Author

- Giornalista scientifico, iscritto all'ordine nazionale dal 2013. Si occupa di cronaca scientifica dal 2011. Contatti: renato.sansone@geomagazine.it