X

Superciclone Amphan: la NASA rileva una forte concentrazione di vapore acqueo

Credit: NASA /NRL

Il satellite Aqua della Nasa, nel suo transito sull’Oceano Indiano settentrionale alle 9:40, ha acquisito dati sul vapore acqueo e sulla temperatura del violento ciclone tropicale Amphan. L’analisi del vapore acqueo dei cicloni tropicali dice ai meteorologi il potenziale di una tempesta in termini di sviluppo, mentre la temperatura indica la quota delle nubi e di conseguenza la violenza dei fenomeni.

Questi cicloni si producono in conseguenza del calore sensibile liberato dall’oceano alimentandosi poi grazie al calore latente di condensazione liberato nell’aria dal vapore acqueo in condensazione.
I dati del Moderate-resolution Imaging Spectroradiometer (MODIS) a bordo del satellite, hanno mostrato temperature di -56,6°C nel top delle nubi, capaci quindi di generare forti piogge. Il ciclone, appena al largo della costa orientale dell’India, si estende dal nord dello Sri Lanka oltre gli stati indiani del Tamil Nadu fino ad Andrha Pradesh ed è accompagnato da venti sino a 259 Km/h. Amphan si sta spostando verso nord e dovrebbe scemare gradualmente prima dello sbarco vicino Calcutta tra due giorni. Attualmente è un super-ciclone di categoria 5 nel Golfo del Bengala e si dirige minacciosamente verso India orientale e Bangladesh, dove sono stati evacuati interi villaggi.

Renato Sansone: Giornalista scientifico, iscritto all'ordine nazionale dal 2013. Si occupa di cronaca scientifica dal 2011. Contatti: renato.sansone@geomagazine.it
Post correlati

This website uses cookies.