Published On: mer, Feb 3rd, 2021

La dieta nei bambini può influenzare il microbioma per tutta la vita

Una dieta ricca  di grassi e zuccheri nel bambino può alterare il microbioma per tutta la vita, anche se in seguito si impara a mangiare più sano.

Lo ha dimostrato uno studio dei ricercatori della UC Riverside sui topi, con effetto equivalente a quanto osservato nei bambini che seguono una dieta occidentale.

Il microbioma si riferisce a tutti i batteri, nonché a funghi, parassiti e virus che vivono all’interno di un essere umano o animale. La maggior parte di questi microrganismi si trova nell’intestino e la maggior parte di essi è utile, stimolando il sistema immunitario, scomponendo il cibo e aiutando a sintetizzare le vitamine chiave.

In un corpo sano, c’è un equilibrio di organismi patogeni e benefici. Tuttavia, se l’equilibrio è disturbato attraverso l’uso di antibiotici, malattie o una dieta malsana, il corpo potrebbe diventare suscettibile alle malattie.

LO STUDIO

In questo studio, il team ha cercato gli impatti sul microbioma dopo aver diviso i topi in quattro gruppi:

  1. dieta standard “sana”
  2. dieta meno sana composta in prevalenza da grassi e zuccheri
  3. accesso a una ruota da corsa per l’esercizio
  4. senza accesso ad una ruota

Dopo tre settimane tutti i topi sono stati riportati a una dieta standard e senza esercizio fisico, che è normalmente il modo in cui i topi vengono tenuti in laboratorio. Al termine delle 14 settimane, il team ha esaminato la diversità e l’abbondanza di batteri negli animali.

Dieta con eccesso di grassi

I ricercatori hanno scoperto che la quantità di batteri come il Muribaculum intestinale era significativamente ridotta nel gruppo della dieta occidentale. Questo tipo di batteri è coinvolto nel metabolismo dei carboidrati.

L’analisi ha anche mostrato che i batteri intestinali sono sensibili alla quantità di esercizio.

Un altro effetto degno di nota è stato l’aumento di una specie di batteri molto simile che si è arricchita dopo cinque settimane di allenamento su tapis roulant, suggerendo che l’esercizio da solo può aumentare la sua presenza.

Nel complesso, i ricercatori dell’UCR hanno scoperto che la dieta occidentale della prima infanzia ha avuto effetti più duraturi sul microbioma rispetto all’esercizio fisico precoce.

Il team vorrebbe ripetere questo esperimento e prelevare campioni in ulteriori momenti nel tempo, per capire meglio quando compaiono per la prima volta i cambiamenti nei microbiomi dei topi e se si estendono anche a fasi successive della vita.

Indipendentemente da quando compaiono per la prima volta gli effetti, tuttavia, i ricercatori dicono che è significativo che siano stati osservati così a lungo dopo aver cambiato la dieta e poi modificata.
Lo studio è stato recentemente pubblicato sul Journal of Experimental Biology.

About the Author

- Giornalista scientifico, iscritto all'ordine nazionale dal 2013. Si occupa di cronaca scientifica dal 2011. Contatti: renato.sansone@geomagazine.it