X

Una nuova binaria a eclissi grazie ad un team di astrofili italiani

A circa 10.000 anni luce dalla Terra, nella costellazione dell’Auriga, un team italiano ha scoperto due stelle che ruotano una intorno all’altra intorno ad un comune centro di gravità. Vengono chiamate binarie a eclissi, dal momento che il piano orbitale coincidente o presso la linea di visuale, consente alle due componenti di eclissarsi reciprocamente a intervalli regolari. Gunvag2, com’è stato denominato, è un sistema binario che ruota in 9 ore e 54 minuti, determinando una variazione periodica di luminosità all’osservatore.
L’osservazione è ancora in fase di studio e nei prossimi mesi si cercherà di determinarne la massa, le dimensioni e altre caratteristiche delle loro componenti. La scoperta, effettuata da Giorgio Mazzacurati e Paolo Zampolini del Gruppo astrofili Galileo Galilei, da Giuseppe Conzo e Mara Moriconi del Gruppo astrofili Palidoro, di Giorgio Bianciardi dell’Università di Siena, dall’Unione Astrofili Italiani (Uai), e da Nello Ruocco dell’Osservatorio Nastro Verde, è stata pubblicata sul bollettino dell’American Association of Variable Star Observers (Aavso), l’associazione che coordina, raccoglie, valuta, analizza e pubblica le osservazioni inerenti tali sistemi stellari.

  • Riferimenti bibliografici: American Association of Variable Star Observers (Aavso), Ansa.it
  • Riferimenti fotografici: il campo stellare ripreso dalle associazioni citate. Immagine su gentile concessione di Giuseppe Conzo, coautore della scoperta
Renato Sansone: Giornalista scientifico, iscritto all'ordine nazionale dal 2013. Si occupa di cronaca scientifica dal 2011. Contatti: renato.sansone@geomagazine.it
Post correlati

This website uses cookies.