Published On: ven, Mag 29th, 2020

SpaceX, domani si replica…meteo permettendo! In 150.000 al primo tentativo

Dopo l’annullamento della missione SpaceX DM-2 a 17 minuti dal decollo a causa delle cattive condizioni meteorologiche, al Kennedy Space Center si pensa alla prossima finestra di lancio. Per il momento il tentativo è fissato a domani, Sabato 30 Maggio alle 21:22 ora italiana…condizioni meteo permettendo.

Anche per la giornata di domani, infatti, le ultime previsioni danno una percentuale non proprio confortante. La 45a ala spaziale della US Air Force, prevede una probabilità del 60% di condizioni meteorologiche sfavorevoli, a causa di forti precipitazioni e nubi a sviluppo verticale. Tra gli innumerevoli requisiti previsti affinché il lancio possa avvenire, ci sono anche le condizioni ambientali limitrofe.

Se qualcosa dovesse andare storto dopo il decollo, la capsula Crew Dragon verrebbe espulsa dal razzo e catapultata nell’Oceano Atlantico, dove le squadre di ricerca e recupero si adopererebbero per portare in salvo gli astronauti. Serve, pertanto, che il mare non sia troppo mosso e che il vento non superi determinate velocità tra il suolo e i vari strati atmosferici.

Intanto, nonostante gli avvertimenti dei funzionari della NASA e i rischi implicati dall’attuale pandemia che finora ha causato oltre 100.000 vittime negli Stati Uniti, circa 150.000 persone si sono radunate sulla costa della Florida per assistere al primo tentativo di SpaceX di lanciare astronauti nello spazio. Gli spettatori hanno sfidato virus e maltempo, visto che nell’area era stato diramato un avviso di tornado.

About the Author

- Giornalista scientifico, iscritto all'ordine nazionale dal 2013. Si occupa di cronaca scientifica dal 2011. Contatti: renato.sansone@geomagazine.it