X

ECMWF rende disponibili centinaia di carte di previsione

Credit: ECMWF

Il centro europeo per le previsioni meteorologiche a medio termine (ECMWF), ha comunicato che metterà a disposizione, in maniera gratuita e accessibile a tutti, centinaia di carte di previsione. Un annuncio accolto favorevolmente dall’Organizzazione Meteorologica Mondiale (WMO).

Alcuni dei prodotti disponibili riguarderanno mappe e grafici di temperatura, vento, precipitazioni, copertura nuvolosa, correnti oceaniche, con previsioni a medio e lungo termine. Ma non solo; anche grafici sulla probabilità che un evento accada, comprese le condizioni estreme e l’attività dei cicloni tropicali ed extratropicali.
Fino ad ora, l’accesso completo a queste carte di previsione era limitato ai servizi meteorologici e idrologici nazionali degli Stati membri e cooperanti dell’ECMWF, ai membri dell’OMM e ai clienti commerciali. L’accesso era inoltre soggetto a una serie di licenze personalizzate e spesso comportava costi per i clienti.
Gli utenti potranno consultare tali mappe e condividerle e ridistribuirle, a patto di citarne la fonte, come richiesto dalla licenza Creative Commons (CC-BY 4.0).

Le modifiche includono l’accesso alle storiche informazioni dell’enorme archivio di dati ECMWF (MARS).

MARS contiene centinaia di petabyte di dati, comprese le previsioni recenti e passate, le analisi, i dati climatologici e gli esperimenti di ricerca; rappresenta il più grande archivio di tali dati al mondo. Renderli disponibili semplificherà e ne amplierà l’utilizzo e, soprattutto, ne consentirà il riutilizzo, stimolando così ulteriori ricerche e lo sviluppo di applicazioni legate al clima e non solo.

Gli Stati membri dell’ECMWF desiderano che i dati del Centro siano aperti e liberi da tempo. I vantaggi per la società associati ai dati gratuiti e aperti sono enormi. Siamo consapevoli che la mossa arriva con le sue sfide finanziarie, ma i vantaggi superano quelle sfide. Siamo in un periodo di transizione e questa prima serie di dati resi disponibili gratuitamente è un ottimo inizio e illustra bene il nostro impegno verso questo principio“, spiega Rolf Brennerfelt, presidente del comitato consultivo per le politiche dell’ECMWF.

Questo passaggio graduale verso dati liberi mira a sostenere la creatività e l’innovazione nel campo della ricerca scientifica e delle applicazioni meteorologiche. Sebbene l’annuncio rappresenti solo un primo passo, ha il potenziale per aumentare già la responsabilità e la trasparenza e consentire progressi scientifici, sociali ed economici più nece ssari e critici. Come parte del suo accordo formale con l’OMM, ECMWF è designato come World Meteorological Center (WMC).

L’annuncio ufficiale è reperibile qui
Dati ECMWF resi disponibili qui

Renato Sansone: Giornalista scientifico, iscritto all'ordine nazionale dal 2013. Si occupa di cronaca scientifica dal 2011. Contatti: renato.sansone@geomagazine.it
Post correlati

This website uses cookies.